Ipnosi Regressiva e Regressione Ipnotica cosa sono?

ipnosi regressiva

 ipnosi regressivaL’IPNOSI REGRESSIVA…è una tecnica ritenuta sperimentale che si pensa possa portare il paziente a rivivere episodi di ipotetiche vite precedenti che si ritiene siano collegate problematiche attuali (ad es.: ansia, panico, ecc…).

In realtà questa tecnica si basa su due tecniche Ericksoniane molto utilizzate in ipnoterapia: l’affetto ponte e la regressione d’età.

Vediamo in dettaglio come funzionano tutte queste tecniche.

Personalità Narcisista – superare la separazione dal narcisista patologico con l’ipnosi

personalità narcisista

personalità-narcisistaNarcisista e relazioni amorose sono un’accoppiata di cui si sente spesso parlare di questi tempi perché molto spesso il partner con personalità narcisista attrae persone con bassa autostima che temono il rifiuto  e l’abbandono. Vediamo in breve come l’ipnosi può aiutare le persone, in particolare quelle più empatiche, a superare questi momenti.

Ansia da prestazione – la cura con ipnosi

ansia da prestazioneA causa del significato attribuito al rapporto sessuale, le persone colpite da uno stato d’ ansia da prestazione iniziano a vivere la sessualità con sempre crescenti timore e mancanza di naturalezza tanto che a lungo andare questo stato di tensione può compromettere non solo il rapporto di coppia, ma anche il modo in cui ognuno percepisce l’altro sesso. In determinati casi l’ansia da prestazione sessuale può portare a veri e propri disturbi psicologici: difficoltà nell’eccitamento, disfunzioni erettili, eiaculazione precoce, anorgasmia, dispareunia.

Fobia sociale – la cura con ipnosi

fobia sociale mantovaLa fobia sociale è un disturbo dell’ansia che colpisce circa il 10,5% della popolazione mondiale. Le persone con fobia sociale provano una forte ansia in ambiti in cui devono relazionarsi con altre persone, in situazioni affollate e, più in generale, quando devono uscire di casa.

Di solito il disturbo della fobia sociale è collegato alla paura del giudizio degli altri. L’ipnosi risulta essere un valido metodo per affrontare questa problematica in breve tempo, poiché permette di lavorare sia sull’ansia che sulle abilità di comunicazione e relazione.

Vediamo qui di seguito quali sono le caratteristiche fondamentali dell’ipnosi nel trattamento della fobia sociale.

Ipnosi Ericksoniana

 

“Dobbiamo occuparci della mente inconscia, effettuare a quel livello la terapia e poi trasferirla alla mente conscia”.

(Milton H. Erickson)

 

Colon irritabile – La cura con ipnosi

 

L’ipncolon irritabileosi nella cura del colon irritabile è un metodo consolidato che ha alle spalle 30 anni di ricerche scientifiche che hanno dimostrato l’efficacia nell’89-92% dei casi. I primi studi risalgono al 1984 e sono stati condotti da Peter Whorwell et al. della clinica gastroenterologica dell’università di Manchester.

Da quel momento l’ipnosi della cura del colon irritabile è stata analizzata in profondità e utilizzata a livello internazionale dimostrando un’efficacia straordinaria nel ridurre i sintomi del colon irritabile (diarrea, stipsi, dolore addominale, gonfiore, ansia, depressione, ecc) anche in casi di colon irritabile gravi, come il morbo di Crhon e la retto colite ulcerosa.

Fobia la cura con ipnosi

L’ipnosi è considerata da moltissimi studiosi e terapeuti una terapia d’elezione nella cura della foia specifica. La fobia specifica, come si può comprendere dal termine, è una paura esagerata o irrazionale verso oggetti e animali (per esempio l’aracnofobia= paura dei ragni, aerofobia= paura dell’aereo / di volare) oppure di una determinata situazione (per esempio la claustrofobia= paura dei luoghi chiusi come d esempio gli ascensori). Le tecniche ipnotiche conosciute come  “desensibilizzazione dell’affetto” (EMDR e dissociazione VK) risultano estremamente utili per risolvere in maniera veloce fobie che persistono anche da lungo tempo.

Attacchi di panico – la cura con ipnosi

 

ipnosi attacchi di panico mantovaGli attacchi di panico sono reazioni forti d’ansia che avvengono in modo improvviso, durante i quali la persona ha solitamente paura di morire o di poter impazzire. Fisicamente parlando, di solito, si manifestano con un considerevole aumento del battito cardiaco, da cui la paura di poter avere un infarto, sudorazione, difficoltà nel respirare e, in alcuni casi, anche con dolori allo stomaco ed altri disturbi psicosomatici. Secondo le ricerche e la nostra esperienza clinica, l’ipnosi risulta essere un metodo molto efficace per trattare gli attacchi di panico in tempi brevi perché permette di ridurre l’ansia e di elaborare, ad un livello profondo, la sensazione di paura legata al panico. Vediamo ora come funziona l’ipnosi nella cura dell’attacco di panico.